CARTELLONE 2019/2020

CARTELLONE TEATRALE 2019/2020

 

ABBONAMENTO STAGIONE 2019/2020 turni e importi

dal 25 ottobre al 3 novembre 2019 - CHE DISASTRO DI COMMEDIA

di Henry Lewis, Jonathan Sayer, Henry Shields, traduzione Enrico Luttmann

con Stefania Autuori, Luca Basile, Viviana Colais, Valerio Di Benedetto, Alessandro Marverti, Yaser Mohamed, Igor Petrotto, Marco Zordan


regia Mark Bell

“Che Disastro di Commedia“, versione italiana di “The Play That Goes Wrong”, racconta la storia di una compagnia teatrale amatoriale che, dopo aver ereditato improvvisamente un’ingente somma di denaro, tenta di produrre un ambizioso spettacolo che ruota intorno a un misterioso omicidio perpetrato negli anni ’20, nel West End.

Il racconto prende forma tra una scenografia che implode a poco a poco su sé stessa e attori strampalati che, goffamente, tentano di parare i colpi degli svariati tragicomici inconvenienti che si intromettono tra loro e il copione con estro e inventiva, tanto da non lasciare spazio a nient’altro che a incontenibili risate e divertimento travolgente. Tra paradossi e colpi di scena gli attori non si ricordano le battute, le porte non si aprono, le scene crollano, gli oggetti scompaiono e ricompaiono altrove. Tutto è studiato nei minimi particolari con smaliziato umorismo senza mai risultare artefatto o stucchevole. Il ritmo incessante dello spettacolo coinvolge il pubblico in un vortice impetuoso di risate.

dall'8 al 17 novembre 2019 - BIANCANEVE

di Mario Ciervo, Giovanni Giannini, Tato Russo
supervisione musicale di SIMON LEE

con Arianna, Michel Altieri, Tato Russo e un cast di 30 elementi con orchestra dal vivo

Biancaneve, protagonista della più bella favola di tutti i tempi, è catapultata in una terra di mezzo dove i personaggi dal piglio gotico sono infami e più vicini al mondo d’oggi, dove i nani sono storpi esiliati dalla regina del male e destinati per questo a trasformarsi da minatori in rapinatori, da bonaccioni in briganti, tra personaggi visionari, indovini a tre teste ed elfi demoniaci. I nani vivranno sotto un ponte e non in una casa, più vicini a essere dei Rom che dei genietti benefici, in un mondo di apparizioni mortifere sulle quali l’unica chance di sopravvivenza è l’amore, e la strega, con le sue manie di bellezza, i suoi chirurghi plastici, le sue pozioni venefiche, ci apparirà più vicina al mondo pasticciato di oggi.

Un viaggio musicale tra il pop, il rap, il folk e il rock, per rappresentare i vari mondi, ognuno descritto nel suo continuo confronto tra bene e male, per arrivare al cuore e all’intelletto degli spettatori. Uno spettacolo per i bambini adulti di oggi e per gli adulti bambini di ieri, lontano quindi dalle poetiche di ‘ieri’ e più vicino al messaggio visionario e apocalittico dei fratelli Grimm.

dal 22 novembre al 1 dicembre 2019 MASSIMO RANIERI

di Gualtiero Peirce e Massimo Ranieri

Sulla scia dello straordinario successo di Malìa, Massimo Ranieri torna in Teatro per un concerto unico dedicato a tutti gli amanti della musica napoletana, colonna sonora delle splendenti e indimenticabili serate anni ’50 e ’60.

Accompagnato da una band di superstar del panorama musicale italiano, Massimo Ranieri rivisita le indimenticabili hit di quegli anni: da “Malafemmina” di Totò a “Dove sta Zazà”, passando per “Strada ‘nfosa” di Modugno e “Torero” di Carosone. I brani acquistano così nuova eleganza grazie alla voce dell’artista, dando vita a un mix ironico e frizzante tipico dell’espressività partenopea, ma al tempo stesso elegante e pieno di sfumature dal sapore americano, risultato ottenuto dagli arrangiamenti di Mauro Pagani.

L’artista riproporrà anche i suoi successi come “Rose Rosse” e “Perdere L’Amore”, sarà accompagnato sul palco, in questo inedito percorso musicale, da Stefano Di Battista ai sassofoni, Marco Brioschi alla tromba e flicorno, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria. Ospite dello spettacolo il Maestro di Tip Tap Giorgio De Bortoli.

dal 6 al 15 dicembre 2019 - CYRANO

di Riccardo Pazzaglia (Tratta da E. Rostand)
regia e scene di Bruno Garofalo
musica e canzoni di Domenico Modugno

con Gennaro Cannavacciuolo e cast in via di definizione

Gennaro Cannavacciuolo sarà Cyrano, il poeta spadaccino, in una trasposizione musicale della celebre opera, una favola morale e romantica in cui l’amore è un valore immenso, tanto da sacrificare se stessi per la felicità dell’oggetto del proprio sentimento: un atto quasi disumano, dove il bene altrui è al di sopra del proprio. Un invito all’amore essenziale, autentico e oltre ogni logica.

...battersi per un verso o per un fiore, per un fiore morire!

dal 20 dicembre 2019 - LA FABBRICA DEI SOGNI

di Sal da Vinci e Ciro Villano

con Sal da Vinci

e Fatima Trotta, cast in via di definizione

Un cantautore vive, dimenticato dal mondo, in un manicomio abbandonato e fatiscente. Non abbandona l’edificio, in attesa di essere abbattuto, perché quella è la sua casa, è il luogo dove è cresciuto, scrivendo canzoni che lui immaginava un giorno di cantare in un teatro vero.

Un agente di polizia municipale, incaricato di portarlo via, si lascia coinvolgere dall’artista ‘pazzo’ e sognatore nel folle progetto di trasformare quella casa di cura, che ospita anche altri personaggi reietti della società, in qualcosa che possa realizzare i loro sogni: un teatro che ospiti un vero spettacolo, portato in scena proprio dagli ‘ospiti’ di quel vecchio ospedale psichiatrico: i ‘pazzi’.

...perché i pazzi non credono nei sogni, i pazzi vivono nei sogni!

dal 31 gennaio al 9 febbraio 2020 AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA

di Pietro Garinei e Sandro Giovannini. Scritto da Jaja Fiastri

Ripresa teatrale di Gianluca Guidi, musiche Armando Trovajoli, coreografie Gino Landi

con Gianluca Guidi

e Marco Simeoli, Piero Di Blasio, Camilla Nigro, Francesca Nunzi e Lorenza Mario

La storia è liberamente ispirata ad “After me the deluge” di David Forrest, narra le avventure di Don Silvestro, parroco di un paesino di montagna, che riceve un giorno un’inaspettata telefonata: Dio in persona lo incarica di costruire una nuova arca per salvare se stesso e tutto il suo paese dall’imminente secondo diluvio universale. Il giovane parroco, aiutato dai compaesani, riesce nella sua impresa, nonostante l’avido sindaco Crispino che tenterà di ostacolarlo in ogni modo e l’arrivo di Consolazione, donna di facili costumi, che metterà a dura prova gli uomini del paese, ma che si innamorerà di Toto e accetterà di sposarlo.
Giunto il momento di salire sull’arca, un cardinale inviato da Roma convince la gente del paese a non seguire Don Silvestro, accusandolo di pazzia, cosicché sull'arca, sotto il diluvio, si ritrovano solo lui e Clementina, la giovane figlia del sindaco da sempre perdutamente innamorata di lui. Il giovane curato decide però di non abbandonare il suo paese e i suoi amici, e Dio, vedendo fallire il suo progetto, fa smettere il diluvio. Per Brindare al lieto fine Don Silvestro aggiunge un posto a tavola ...per Lui!

dal 12 al 16 febbraio 2020 - LO ZIO DEL MEDICO DEI PAZZI

di Gianfranco Gallo, liberamente ispirato a E. Scarpetta, W. Jacoby e C. Laufs

con Gianfranco Gallo

e Antonella Stefanucci, Gianluca Di Gennaro, Antonella Prisco, Bianca Gallo

Dopo il successo di Comicissimi Fratelli, Gianfranco Gallo torna a calcare le scene teatrali col suo stile originale, che rinnova la tradizione nel segno del divertimento e del rispetto del grande repertorio comico napoletano.

Scarpetta nel 1908 scrisse ‘O Miedeco de’ pazze riadattando una commedia tedesca dal titolo Pension Schoeller di Jacoby e Laufs del 1890. In Germania il testo viene rappresentato ancora oggi con grandissimo successo e rappresenta un classico del Teatro comico tedesco. Dal confronto di queste due esilaranti opere nasce la riscrittura di Gianfranco, che mira come sempre a un’ironia asciutta, seppur esplosiva, senza ammiccamenti, ma che tiene sempre in considerazione il pubblico come elemento determinante.

dal 21 febbraio al 1 marzo 2020 TARTASSATI DALLE TASSE

di Eduardo Tartaglia

con Biagio Izzo e cast in via di definizione

Innocenzo Tarallo, napoletano di 54 anni ben portati, è un imprenditore nel settore della ristorazione, il classico “self made man” che da nipote e figlio di baccalaiuolo si ritrova orgoglioso proprietario di un ristorante internazionale di Sushi all’ultima moda.

Dopo tanti sacrifici, avrebbe voluto godersi un po’ la vita, magari anche grazie a qualche piccola ‘furbizia’ di contribuente, ma si ritroverà in balia di mille peripezie e problemi, costretto a risolvere il quesito che angustia la stragrande maggioranza degli italiani: come è possibile che due parole che da sole evocano così tanta bellezza, “Equità” e “Italia”, unite si contraggono dolorosamente come chi è in preda alla più dolorosa delle coliche addominali?

dal 6 al 15 marzo 2020 - LA ROTTAMAZIONE DI UN ITALIANO PERBENE

scritto e diretto da Carlo Buccirosso

con Carlo Buccirosso

e Rosalia Porcaro, cast in via di definizione


Alberto Pisapìa, ristoratore di professione, gestisce un ristorante di periferia sull’orlo del fallimento. Sposato con Valeria Vitiello, donna sanguigna dal carattere combattivo, è padre di Anna e Matteo: la prima anarchica e irascibile, l’altro riflessivo e pacato.

Alberto vive da quasi quattro anni una situazione di grande disagio psichico, un vero e proprio esaurimento nervoso, a causa della crisi economica del Paese e in seguito a una serie di investimenti avventati, consigliati dal fratello Ernesto, suo avvocato e socio in affari. Alberto si ritrova quindi a combattere una battaglia contro gli attacchi spietati di Equitalia, che con inesorabile precisione lo colpisce con cartelle esattoriali di tutti i tipi. A peggiorare la situazione anche la malvagità di sua suocera Clementina, spietato e integerrimo funzionario dell’Agenzia delle Entrate.

Alberto, ormai indeciso se farla finita con la propria vita o con quella della suocera, sarà aiutato solo dall’amore della moglie Valeria, e dei figli Anna e Matteo, che si prodigheranno per salvare la vita di un onesto contribuente di ‘iniquitalia’.

dal 20 al 29 marzo 2020 - CAROSONE L'AMERICANO DI NAPOLI

EDIZIONE DEL CENTENARIO

un musical di Federico Vacalebre, con la regia di Nello MascIa arrangiamenti musicali di Lorenzo Hengeller, remix Gransta MSV

con Andrea Sannino

C'era una volta l'americano di Napoli, c'era una volta un Maestro armato di sorriso, c'era una volta una canzone travestita da commedia all'italiana, o forse era il contrario. "Carosone" è un musical verace, ma internazionale, retrò ma moderno, costruito intorno all'attualità della lezione del Maestro di "Torero", di cui nel 2020 cade il centenario della nascita.

Federico Vacalebre, biografo ufficiale del cantapianista, ha ripreso il suo musical di successo e l'ha rivisto senza tradirne gli assunti di partenza, che rendono lo show un viaggio al termine di uno stile, di un suono, di un'arte nazionalpopolare, eppure veracissima. Una compagnia giovanissima, con band e DJ in scena, e un corpo di ballo electroswing, porta in scena la storia del più moderno dei musicisti italiani, dei suoi complici Gegè Di Giacomo e Peter Van Wood, del suo amico Fred Buscaglione, di maggiorate di altri tempi pronte a ballare come novelle ‘Maruzzelle’.