CARTELLONE 2021 > 2022

dal 3 al 12 dicembre 2021 - NON C'E' NIENTE DA RIDERE

Dal 3 al 12 dicembre 2021

(SPETTACOLO IN OPZIONE PER ABBONATI)

 

PEPPE BARRA

in

NON C'E' NIENTE DA RIDERE

di Peppe Barra e Lamberto Lambertini

con Lalla Esposito

regia di Lamberto Lambertini

 

Al pianoforte Antonio Ottaviano, al violino e mandolino Agostino Oliviero, al clarinetto Giuseppe Di Colandrea.

 

“Non c'è niente da ridere”. Così sembra dire l’Attore al pubblico, dispiaciuto che si sbellichi mentre lui sta recitando una cosa seria. Ecco la chiave di questo spettacolo, dove la scenografia raffigura l’interno di un teatro, dal punto di vista degli attori, uno spettacolo al contrario, con le file dei palchi sul fondo e con le luci della ribalta puntate verso la sala. In questo luogo irreale si avvicendano un Attore e un’Attrice, Peppe Barra e Lalla Esposito, con duetti, monologhi, canzonette, di antico e moderno repertorio, oltre a improvvise incursioni surreali nel repertorio dei classici, con due poltroncine e consunti fondalini dipinti a delineare le situazioni drammatiche. Uno spettacolo di “Varietà̀” con un finale in Maschera: l’Attore veste il costume di Pulcinella e l’Attrice quello di Colombina che, nel rivedere il suo fidanzato che l’aveva abbandonata senza una parola, molti e molti anni prima, costringendola a fare la sciantosa, lo aggredisce infuriata, ma il povero Pulcinella le giura d’esser morto, per strada, senza averla potuta avvisare. É menzogna o verità̀? Colombina comincia a cedere, presa dalla drammaticità̀ del racconto. Pulcinella prosegue baldanzoso: San Pietro, dopo tanto pregare, gli ha concesso di tornare sulla terra a riprendersi la sua Colombina. Sull’onda dei ricordi e della nostalgia di un’epoca che fu, si addormentano abbracciati.

 

Prezzi

Poltrona euro 30,00

Galleria euro 20,00

 

Per acquistare online clicca qui:

https://www.bigliettoveloce.it/index.php?r=frontend%2Fsite%2Fspettacolo&id=4173 

 

 

dal 23 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022 DUE VEDOVI ALLEGRI

Dal 23 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022

CARLO BUCCIROSSO e BIAGIO IZZO

in

DUE VEDOVI ALLEGRI

scritto e diretto da Carlo Buccirosso

con Gino Monteleone, Elvira Zingone, Donatella De Felice, Floriana Monici, Roberto Giordano


scene Gilda Cerullo e Renato Lori
costumi Zaira de Vincentiis
musiche Cosimo Lombardi
disegno luci Francesco Adinolfi

In una collocazione appena futuristica, tre anni dopo la fine della pandemia, Cosimo Cannavacciuolo vedovo ipocondriaco, stabilmente affetto da ansie e paure, costantemente in ricerca di affetti e certezze, in una vita che sembra ormai riservargli null’altro che sospetti di congiure e preoccupazioni di malattie infettive, persa la sua amata moglie, si ritrova a combattere la solitudine e gli stenti dovuti al fallimento della propria attività di antiquariato, che lo ha costretto a riempirsi casa della merce invenduta del suo negozio, e a dover lottare contro l’ombra incombente della banca concessionaria del mutuo che, a causa dei reiterati mancati pagamenti, minaccia l’esproprio e la confisca del suo appartamento...

La vita di Cosimo sarebbe molto più vuota e monotona senza la costante allegra presenza di Salvatore, vedovo ma bizzarro custode del palazzo, che non ha mai manifestato eccessive simpatie nei confronti del povero Cannavacciuolo, inquilino del terzo piano, e dove la sua giovane figliola Angelina, votata al matrimonio e alla navigazione su Internet, dedica gran parte della giornata lavorativa alla pulizia degli appartamenti adiacenti, quello di Cosimo e quello dell’orefice Tomacelli e della consorte Pupetta, vent’anni più giovane di lui... Ed è anche per fronteggiare le difficoltà economiche del momento, che Cosimo ha concesso l’uso di una camera dell’appartamento a Virginia, quarantenne attrice di cinema e teatro, conosciuta per caso al supermercato, che gli porta una ventata di spensieratezza che non guasta, nel marasma generale di una casa allo sbando che, a detta di Angelina, appare come un vero museo archeologico...

Ma la vera angoscia di Cosimo, oltre all’ingombrante presenza di Salvatore, è rappresentata dai suoi vicini di casa, i coniugi Tomacelli, depositari di un drammatico segreto, che da mesi contribuisce a rendere ancora più complessa la sua quotidiana strenua lotta per la sopravvivenza...

Riuscirà l’inquilino del quarto piano, lo scaltro dottor De Angelis, con la sua conoscenza in materia, a fare chiarezza nella tresca innescata da Cosimo e Salvatore pur di fronteggiare le pressanti richieste dei coniugi Tomacelli?... Sarà producente la fantasia e la stravaganza di Angelina per sopperire alle intemperanze dei due vedovi?... O magari sarà necessario e determinante l’istrionismo della misteriosa Virginia?... Chi può dirlo, signori e signore?... Quando si chiuderà il sipario, lo saprete...

 

Prezzi

Platea euro 40,00

Galleria euro 30,00

 

Per acquistare online clicca qui:

https://www.bigliettoveloce.it/index.php?r=frontend%2Fsite%2Fspettacolo&id=4174

 

dal 21 al 30 gennaio 2022 - UN VIZIETTO NAPOLETANO

Dal 21 al 30 gennaio 2022

GIANFRANCO GALLO

in

UN VIZIETTO NAPOLETANO

scritto, musicato e diretto da Gianfranco Gallo

con Gianni Parisi e Gianluca Di Gennaro

e con la partecipazione di Salvatore Misticone

 

Siamo nell’anno del Giubileo, la Politica gestisce fondi per ristrutturazioni di strade e palazzi da inserire per i “percorsi “ da offrire ai pellegrini. “Butterfly” è un artista omosessuale che col suo compagno Antoine è proprietario del locale “Banana Blu” , storica casa del teatro en travesti napoletano nella zona del porto. Purtroppo l’impresa non va più bene, tutto è invecchiato come la stessa “Butterfly” e i quattro travestiti del corpo di ballo, soprattutto il locale è in cattive condizioni e andrebbe messo a posto. Aristide è uno strano personaggio che frequenta il locale di nascosto, una specie di gay “non dichiarato” che per misteriose questioni personali deve mantenere in pubblico la fama di etero. Il motivo in realtà è che suo fratello è un politico di destra, acerrimo nemico di tutto ciò che rappresenta il “diverso” e che lui ha bisogno dei suoi soldi. Aristide si è anche scelto una ragazza da sposare per copertura. Improvvisamente al Banana Blu si presenta una giovane dai modi spicci che cerca suo padre, mai conosciuto. Ora la madre, in carcere le ha finalmente detto nome e cognome del suo genitore, lo stesso nome e cognome di Butterfly, Andrea Michelini........

 

dal 4 al 13 febbraio 2022 - EHI... PROF! POSSO VENIRE LA PROSSIMA VOLTA?

Dal 4 al 13 febbraio 2022

PAOLO CAIAZZO 

in

EHI... PROF!

POSSO VENIRE LA PROSSIMA VOLTA?

Commedia scritta da Paolo Caiazzo e Daniele Ciniglio

Regia di Paolo Caiazzo

 

I molti mesi di forzata permanenza in casa sono stati critici per tutti, ma nella maggior parte delle case le lezioni in D.A.D. hanno messo a dura prova la pazienza di insegnanti, alunni e... genitori.

Un ipocondriaco prof di lettere, decisamente in contrasto con la tecnologia, patisce particolarmente la didattica via web ed esaurito psicologicamente dalla situazione, comincia ad avere allucinazioni ritrovandosi gli alunni in casa.

Questo, unito alle difficoltà di una convivenza claustrofobica, mette in crisi la già instabile situazione familiare con una moglie nevrotica, una suocera invadente, una figlia indisponente ed un cognato nullafacente.

Con il rientro in presenza a scuola ed il graduale allentamento delle restrizioni, la situazione sembra rientrare nei binari giusti, ma gli effetti collaterali di quel brutto periodo vengono fuori col tempo ed in maniera inesorabile. Così il prof dovrà fare i conti con una disarmante analisi: gli animi, invece di essere accomodanti e propositivi per lo scampato pericolo, risultano inspiegabilmente più aggressivi e cinici.

La commedia, oltre ad essere una simpatica fotografia dei nostri tempi, è una incontro-scontro tra generazioni. Genitori e figli, insegnanti ed alunni a confronto, alla ricerca di quei punti in comune che caratterizzano, da sempre, i passaggi di consegna sul tragitto del tempo.

dal 18 al 27 febbraio 2022 - SONICS IN DUUM

Dal 18 al 27 febbraio 2022

SONICS 

in

DUUM

 Il salto verso la bellezza

 

Messo in scena da Compagnia Sonics 

Creato e diretto da Alessandro Pietrolini

Costumi di Ileana Prudente, Irene Chiarle 

 

DUUM il successo europeo dei Sonics, torna nei teatri italiani dopo 6 anni, dopo i tour tra Italia e Germania e dopo aver preso parte all'Edinburgh Fringe Festival, il più importante festival europeo di arti performative. 

Torna sulle scene completamente rinnovato e in una veste multidisciplinare, con nuove musiche, macchine sceniche, effetti speciali e con nuovissime performance acrobatiche, marchio di fabbrica della compagnia.

DUUM omaggia la bellezza dei corpi e del fare insieme per raccontare una sottile quanto reale storia di consapevolezza sull'importanza della meraviglia che ci circonda e che dobbiamo preservare.

Lo spettacolo è ambientato nella valle di “Agharta”, mondo leggendario situato nel cuore della Terra, del quale i SONICS cercano di immaginare e rappresentare le vibrazioni, i colori, i ritmi e gli equilibri.
Una sfida alle leggi di gravità unita all'armonia del movimento.: volando tra cunicoli, tunnel e grotte, con salti nel vuoto e acrobazie da lasciare col fiato sospeso, i SONICS ci conducono in  un regno sotterraneo dal quale i suoi abitanti cercano in ogni modo e con ogni mezzo di uscire per far ritorno sulla superficie. 

L'Architetto Serafino, protagonista della storia, guida i suoi compagni di avventura - interpretatati dagli acrobati, ginnasti e ballerini della compagnia - in un viaggio alla scoperta della felicità e della bellezza: le sue idee, le sue invenzioni scatenano un susseguirsi di quadri scenici dove acrobazie aeree mozzafiato e al limite delle leggi della fisica, performance atletiche che mixano potenza fisica e leggiadria, insieme a giochi di luce, videoproiezioni ed effetti speciali, regalano al pubblico di tutte le età attimi di sogno e poesia.

 

dal 4 al 13 marzo 2022 - BIS!

Dal 4 al 13 marzo 2022

FRANCESCO CICCHELLA

in

BIS!

Uno show ricco di personaggi divertenti e citazioni musicali irriverenti. 

 

dal 3 al 10 aprile 2022 - RUGANTINO

Dal 3 al 10 aprile 2022

SERENA AUTIERI e MICHELE LA GINESTRA

in

“RUGANTINO”

commedia musicale di Garinei e Giovannini, scritta con Pasquale Festa Campanile e Massimo Franciosa

 

Collaborazione artistica di Luigi Magni

Regia originale di Pietro Garinei

Musiche del Maestro Armando Trovajoli
 
 Scene e Costumi originali di Giulio Coltellacci

Roma, 1830, sotto il papato di Pio VIII: Rugantino (Michele La Ginestra), giovane popolano un po' spaccone e nullafacente, vive di espedienti aiutato da Eusebia, che lui spaccia per sua sorella. I due riescono a ottenere vitto e alloggio prima di un anziano prelato che quando muore non lascia loro nulla, poi dal boia dello Stato Pontificio Mastro Titta, che si innamora di Eusebia e ne è presto ricambiato. Rugantino invece brucia di passione per la bella Rosetta (Serena Autieri), moglie del violento e gelosissimo Gnecco Er Matriciano, e scommette che riuscirà a sedurla prima della Sera dei Lanternoni. Dopo varie peripezie e stratagemmi, Rugantino seduce la ragazza ma imprevedibilmente se ne innamora: per questo in un primo momento non fa parola con gli amici della sua impresa, poi però cede alla vanagloria ferendo i sentimenti di Rosetta. Quando Gnecco viene ucciso da un criminale, Rugantino si fa trovare accanto al cadavere e si autoaccusa dell'omicidio, affermando di aver compiuto il fatto per amore di Rosetta. Il protagonista, imprigionato e condannato a morte, sarà giustiziato da Mastro Titta: forte dell'amore di Rosetta, Rugantino dimostrerà affrontando la morte di essere un vero uomo.

 

dal 22 aprile al 1 maggio 2022 - AFFETTI COLLATERALI

Dal 22 aprile al 1 maggio 2022

GIOVANNI ESPOSITO, FRANCESCO PROCOPIO, SUSY DEL GIUDICE

in

AFFETTI COLLATERALI

una divertentissima commedia di PREM DAYAL 

regia di Carmine Borrino

produzione A.G. Spettacoli 

 

Due straordinari attori come Giovanni Esposito e Francesco Procopio, affiancati da altri due eccellenti interpreti, daranno vita a questa divertente commedia che racconta di una famiglia meridionale, apparentemente normale, che si ritrova improvvisamente catapultata nel bel mezzo di un contagio domestico da un pericolosissimo virus che minaccia la loro esistenza. Data la notizia i vari membri che la compongono incominciano a interrogarsi da chi sia partito il contagio, così che i sospetti, porteranno a galla un vasto intreccio d'infedeltà e variegate identità sessuali tra il marito ipocondriaco, la moglie frustrata, suo fratello eccentrico e l'amico di famiglia scroccone. Durante la storia la malattia diventerà, per tutti loro, l'occasione per riscoprire e accettare la propria natura. Scritta dal maestro spirituale Prem Dayal, il testo si distingue per il suo cinismo divertente lasciando allo spettatore un esilarante momento di riflessione sull’essere umano.

 

SPETTACOLI GIA' MESSI IN SCENA

dal 19 al 28 novembre 2021 - COSI' PARLO' BELLAVISTA

Geppy Gleijeses

Marisa Laurito, Benedetto Casillo

COSI' PARLO' BELLAVISTA

da venerdì 19 a domenica 28 novembre 2021

 

"(...) L’adattamento teatrale che ho scritto non è una pedestre sbobinatura del film. Chi sa di cinema e di teatro ci insegna che sono necessari codici di comunicazione molto diversi. Lo spazio scenico a cui ho pensato e che Roberto Crea ha splendidamente realizzato, ritrae il Palazzo dello Spagnolo, che con i suoi incroci di scale e le sue prospettive diventa un luogo della mente.

Nella corte del palazzo, suddividendo a volte la scena in settori, si svolge tutto il racconto, con il cenacolo, il tavolo dei pomodori, la trattoria, il negozio di arredi sacri e via dicendo. Non avrei potuto condurre in porto questa impresa senza attori straordinari come Marisa Laurito, deliziosa interprete che è stata la migliore amica di Luciano (a questo fatto ci tiene assai!), Benedetto Casillo, mitico Salvatore vice sostituto portiere. E delle musiche in parte originali e in parte nuove del maestro Claudio Mattone.

Ah, dimenticavo: Bellavista sarò io, perdonate l’ardire.

Abbiamo voluto ambientare lo spettacolo negli stessi anni del film e in realtà non abbiamo dovuto adeguare all’oggi nemmeno una battuta. Come ci ha insegnato Luciano, dobbiamo avere fede: “Napoli, con il suo spirito d’adattamento, è forse l’ultima speranza che ha il genere umano per sopravvivere “.

I sentimenti nostri, quelli veri, quelli che Luciano ha descritto, non sono cambiati e non cambieranno mai."

Geppy Gleijeses

 

Prezzi:

Platea 35,00 euro

Galleria 25,00 euro

 

Per acquistare online clicca qui:

https://www.bigliettoveloce.it/?r=frontend%2Fsite%2Fspettacolo&id=3937&layout=extern&idStruttura=18

 

 

 

 

 

Turno abbonatiTurno abbonati [403 Kb]

ANNULLATO - SERENA AUTIERI

Informazione per gli abbonati e gli spettatori del Teatro Augusteo: lo spettacolo di Serena Autieri, previsto in scena dal 17 al 26 aprile 2020, ma sospeso causa restrizioni, è stato annullato.

Gli abbonati recupereranno lo spettacolo assistendo a "Così parlò Bellavista" con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito, Benedetto Casillo, in scena da venerdì 19 a domenica 28 novembre 2021.

I possessori dei biglietti invece potranno chiedere rimborso scrivendo alla mail:

botteghinoaugusteo@gmail.com

 

 

 

dal 5 al 14 novembre 2021 - CAROSONE L'AMERICANO DI NAPOLI

Andrea Sannino

CAROSONE L'AMERICANO DI NAPOLI

da venerdì 5 a domenica 14 novembre 2021

 

Andrea Sannino sarà protagonista con lo spettacolo “Carosone, l’americano di Napoli”, un musical che torna a teatro nell’edizione del centenario della nascita di Renato Carosone, con testo e direzione artistica di Federico Vacalebre. Regia Luigi Russo

C'era una volta l'americano di Napoli, c'era una volta un Maestro armato di sorriso, c'era una volta una canzone travestita da commedia all'italiana, o forse era il contrario. “Carosone, l’americano di Napoli” è un musical verace, ma internazionale, retrò, ma moderno, costruito intorno all'attualità della lezione del Maestro di "Torero", di cui nel 2020 cade il centenario della nascita.

Federico Vacalebre, biografo ufficiale del cantapianista, ha ripreso il suo musical di successo e l'ha rivisto senza tradirne gli assunti di partenza, che rendono lo show un viaggio al termine di uno stile, di un suono, di un'arte nazionalpopolare, eppure veracissima.

 Una compagnia giovanissima, con band e DJ in scena, con un corpo di ballo electroswing, interpreta la storia del più moderno dei musicisti italiani, dei suoi complici Gegè Di Giacomo e Peter Van Wood, del suo amico Fred Buscaglione, di maggiorate di altri tempi pronte a ballare come novelle ‘Maruzzelle’.

 

EDIZIONE DEL CENTENARIO

Prezzi:

Platea 35,00 euro

Galleria 25,00 euro

 

Per acquistare online clicca qui:

https://www.bigliettoveloce.it/?r=frontend%2Fsite%2Fspettacolo&id=3936&layout=extern&idStruttura=18